Descrizione progetto

. Destinatari.
Il corso è rivolto ai dirigenti d’azienda, manager, quadri, funzionari (vedi un po’ tu…io non so bene come è articolata la gerarchia aziendale. L’importante è che si evinca che il corso è per coloro che dirigono la baracca…)

2. Descrizione.
La Programmazione Neuro-Linguistica, disciplina nata in California negli anni ’70, ha dato importanti contributi in numerosi settori dell’agire umano ed in particolare ha rivoluzionato il mondo della comunicazione. Nelle aziende viene attualmente utilizzata in moltissimi settori quali la gestione delle risorse umane, la vendita, la comunicazione di marketing, la comunicazione di crisi e la comunicazione interna. (vedi un po’tu…)

3. Contenuti.
Il corso per il personale dirigente…(aggiungi quello che ritieni opportuno…)

• Fondamenti della comunicazione umana
• I Sistemi Rappresentazionali
• I modellatori universali della realtà
• Enneagramma e stili della comunicazione
• Gestire efficacemente lo stress
• Caratteristiche dell’obiettivo aziendale
• Leadership e management
• Problem solving e creatività
• Public speaking e comunicazione emozionale

4. Obiettivi.
Fornire strumenti d’avanguardia ad uso dei dirigenti, manager, ecc. d’azienda per (cosa può servire ai dirigenti? Gestire lo stress, comunicare efficacemente con i subordinati, risolvere i problemi che possono crearsi, saper parlare in pubblico, sviluppare la creatività…e tutto quello che ti viene in mente…)

5. Modalità di svolgimento
Articolazione didattica
Titolo modulo/obiettivi

Contenuti attività

Ore

Competenze
Fondamenti della comunicazione umana

La comunicazione verbale, non verbale e paraverbale; gli stili della comunicazione di V. Satir, ecc. (aggiungi tutto quello che ti sembra pertinente…)

N. 3

Riconoscere i segnali non verbali, verbali e paraverbali. Utilizzare il linguaggio del corpo e le tonalità della voce per dare forza al messaggio. Riconoscere e classificare gli scarichi emozionali, ecc.
I sistemi rappresentazionali

Il sistema visivo, il sistema uditivo e il sistema cenestesico

N. 2

Riconoscere il sistema primario e quello secondario utilizzato dai nostri interlocutori. Come calibrarsi sul sistema utilizzato dall’interlocutore
I modellatori universali della realtà

Generalizzazione, cancellazione, deformazione e gli altri filtri della personalità

N. 1

Saper riconoscere le modalità attraverso le quali l’uomo costruisce la propria mappa della personalità e saper ricostruire le partei cancellate, deformate e generalizzate dell’esperienza.
Enneagramma e stili della comunicazione

Le nove tipologie della personalità umana inquadrate attraverso i sistemi rappresentazionali e lo stile della comunicazione

N. 3

Acquisire flessibilità e rapidità di giudizio nell’identificare la fase comunicazionale attraversata dal nostro interlocutore. Individuare lo stile più idoneo per dare il massimo impatto alla nostra comunicazione.
Gestire efficacemente lo stress

Tecniche di rilassamento, modelli di ristrutturazione dell’esperienza, ecc.

N. 3

Imparare ad utilizzare strumenti quali il training autogeno, l’autoipnosi e la ristrutturazione verbale per gestire lo stress e modificare la percezione degli eventi.
Caratteristiche dell’obiettivo aziendale

Definizione di obiettivi ben formati in ambito lavorativo e personale, allineamento di valori personali e aziendali, le credenze potenzianti e le convinzioni limitanti

N. 3

Imparare a definire l’obiettivo finale e gli obiettivi intermedi attraverso l’analisi logica ed emozionale dell’esperienza.
Leadership e management

Le caratteristiche della leadership motivazionale e del management efficace

N. 3

Scandire i ritmi dell’azienda e motivare i dipendenti per il raggiungimento degli obiettivi.
Problem solving e creatività

I principi del problem solving con esercizi pratici per sviluppare la creatività (qui non so bene cosa scrivere…)

N. 3

(qui non so che mettere…)
Public speaking e comunicazione emozionale

Preparare il discorso, l’uso dei supporti didattici, la gestione dell’aula, superare i momenti difficile della comunicazione pubblica con esercizi pratici per vincere l’ansia da palcoscenico

N. 3

Saper improvvisare un discorso efficace, gestire le emozioni durante la performance, preparare al meglio i supporti didattici ed emozionare gli interlocutori.

TOTALE ORE 24